Header Image

Raffaele Della Monica

Disegnatore

BIO: Nasce a Cava Dei Tirreni (Salerno) nel 1961. Dopo aver frequentato il liceo artistico, studia scenografia all’accademia delle belle arti di Napoli. Insieme a Giuliano e Giorgio Piccininno, Giuseppe De Nardo ,Enzo Lauria e Maurizio Picerno, fonda lo studio CAF che, nell’81 si trasforma nel progetto Trumoon. Nel 1982 entra in contatto con Magnus, da cui riceve preziosi consigli e utili suggerimenti: è proprio Roberto Raviola (questo il vero nome di Magnus) a indirizzarlo presso lo studio bolognese di Giovanni Romanini, impegnato a produrre storie per Renzo Barbieri. Della Monica illustra, dunque, racconti per la Ediperiodici e approda poi, nel 1983, alle pagine di “Alan Ford”, sostituendo Paolo Piffarerio. Suoi sono i disegni di almeno una ventina di episodi sceneggiati da Max Bunker. Tra il 1985 e il 1987, Della Monica entra a far parte dello Staff di If di Gianni Bono: il suo talento versatile, capace di adattarsi alle situazioni più disparate passando con disinvoltura dalle scene erotiche a quelle umoristiche, lo porta a collaborare con “Cucador”, “Masters of the Universe”, “Intrepido”, “Topolino” e “Paperino Mese”. Il disegnatore viene quindi in contatto con la Sergio Bonelli Editore e aiuta Franco Bignotti nella rifinitura di settantatré tavole di un episodio di Mister No (“Yucatán”). Realizza, sempre per Mister No, le matite inchiostrate da Roi dell’episodio n. 164, (“Il mistero della pampa”). Dopo una breve esperienza con Martin Mystère, Della Monica passa a Tex. In seguito, lascia la scuderia Bonelli per “Gordon Link” (Dardo), ma vi fa ritorno per dedicarsi a Zagor. Tra i Trumoniani, Della Monica è quello che ha accumulato una quantità di esperienze lavorative impressionanti ed è stato il primo del gruppo a trasferirsi a Milano e a lavorare professionalmente nel campo fumettistico facendo da apripista.

EDIZIONE: CavaconWE18